Sono di scena i laghi - nei giorni 14-15-16 luglio 2013    

Verso i laghi.
Siamo tornati un poco a nord-est per raggiungere il Lago Mburo.
Il lago è all'interno del Parco Nazionale omonimo.

Allo Mburo Lake, ospiti in un Arcadia Resort

lo schivo Turaco
 

Ci addentriamo nel parco approfittando di gustare panorami e scorci.

Nel pomeriggio un interessante Game Drive sul lago che brulica di vita sulle rive e nel cielo sovrastante.

Piacevole serata.

Ripartenza al mattino con breve Game Drive in transito nel parco .


Il Lago Mburo e l'omonimo National Park - 15 luglio

ingrandimento fisso da Google Map
Mappa per i laghi
ingrandimento
ingresso al parco
Verso le ore 14 entriamo nel Mburo National Park; contiamo di raggiungere il Resort per il pranzo in un'ora poco oltre la decenza.
Abbiamo accumulato un po' di ritardo che ci penalizza sul godimento delle bellezze del parco; ma preferiamo goderci ogni momento e ogni elemento del tour, zebre comprese (presenti in Uganda solo a Mburo e al Kidepo).

Per il pomeriggio è prevista una minicrociera sul lago; le barche sono vicine, il nostro Resort è sulle rive del lago; siamo oltre i 1200 mslm e il sole picchia come un martello in mano a un fabbro impazzito; la barca ha per fortuna il tettuccio, anche se è un elemento di disturbo per foto e film.


allargamento
Angolo di lago
evoluzioni sul lago
La minicrociera è gratificante, sia per la limpidezza dell'aria che per i numerosi volatili (dal martin pescatore all'aquila pescatrice) che popolano la vegetazione costiera.

Sulle rive del lago si vede il regno animale-vegetale in piena attività; dai martin pescatore (quelli colorati tipo Petto Blu e tipo Malachite) impegnati in una continua serie di tuffi e pescaggi, al famoso Turaco sempre schivo e in ombra nel fogliame.
Le aquile pescatrici danno spettacolo con voli maestosi e leggeri sul lago; ben esposte sui grossi rami degli alberi costieri si lanciano solenni nell'aria per conquistare lo spazio senza fatica in attesa di arpionare un pesce a pelo d'acqua.


Qualche uccello
una tavolozza di colori
ingrandimento
il fulvo bushbuck
Get the Flash Player to see this player.
lezione di pesca
Get the Flash Player to see this player.
all'Arcadia Resort
Altri uccelli come gli aironi allietano lo spettacolo delle rive coi loro voli.

Gli ippopotami sguazzano che è un piacere e si spingono parecchio lontano dalla riva verso l'interno del lago.

I facoceri continuano indisturbati a grufolare in ogni dove nei rari spiazzi tenuti puliti probabilmente dal continuo passaggio degli ippopotami.

I coccodrilli se la prendono comoda spanciati sui rami rasenti l'acqua.

Si intravedono a fatica volatili rari, ma schivi, a far capolino tra i rami.


Qualche quadrupede si presenta ogni tanto ai bordi del lago per abbeverarsi; in uno di questi momenti avvistiamo il Bushbuck o tragelafo striato (tragelaphus scriptus, dello stesso genere del kudu), antilope dalle caratteristiche macchie bianche che ricamano un delicato disegno sui fianchi dell'animale.

il decollo dell'aquila
Il lago appare come il regno dell'Aquila pescatrice.

L'attività di pesca è continua; il cielo è attraversato dalle silenziose le evoluzioni di questi superbi animali, difficilmente fotografabili nella luce abbacinante del pomeriggio.
nutrimento


La permanenza a Mburo è ricca, piena e completa per gli elementi dell'ambiente: acqua del lago, savana, luce stupenda e cielo limpido, sole micidiale, tramonto degno di tale nome.
Il Resort dell'Arcadia è confortevole come cottage, gradevole come cucina, gentile come personale e intonato alla savana; si pranza praticamente esposti alla savana; enormi salamandre decorano le parti alte del bar-ristorante e gli uccelli scatenano una musica continua; i cottages sono confortevoli e ben strutturati; si ha davvero la sensazione di vivere in una delle possibili dimensioni africane, in un tempo senza tempo.
Perfino la birra sorseggiata a Mburo sembra più adatta e migliore di quanto già non sia; per non parlare dell'Amarula gustata nel bar-ristorante aperto sul lago e sulla savana, quando col buio della sera gli animali notturni iniziano a dare il cambio a quelli diurni.


ingrandimento
tramonto, ore 18:45
Il tramonto all'equatore è sempre molto breve e nonostante il fatto sia risaputo si rischia di perdere la dipartita della sfera solare.

Appena in tempo raggiungiamo lo spettacolo sulla riva del lago, e ne restiamo incantati.

Ed è subito sera, ci vien da sussurrare.





Uscita dal Parco nazionale di Mburo - 16 luglio

ingrandimento
Aspetto del parco
ingrandimento
incontro del mattino

Essendo il Resort in pieno parco, approfittiamo dell'uscita per contemplare qualche aspetto dell'ambiente.

Il parco è collinoso, la vegetazione è mista verde e secca, con gli immancabili segni di incendi.

La notte ha portato molti animali sulla strada e la luce del mattino ne illumina e lucida il mantello che già acquista calde colorazioni.

La vita diurna ha ripreso nella savana e all'ombra degli alberi di media altezza che ricoprono il parco.

Molti animali cercano il sole compatibilmente con l'abbondanza di cibo.


ingrandimento ingrandimento
C'è comunque chi, come la coppia di Impala qui a lato, già preferisce l'ombra forse non valutando appieno lo splendore del proprio mantello.

Caldi colori del mattino
la forza del Bufalo sulla strada   All'uscita del parco


Appena fuori dal National Park

ingrandimento
Incontro fuori dal parco
Get the Flash Player to see this player.
mandria sulla strada

Un quarto d'ora dopo aver lasciato il parco ci imbattiamo in una numerosa mandria di bovini locali.

Siamo sempre stati attratti dalle lunghe corna e ora possiamo ammirarne quasi una foresta.





a inizio pagina Torna su